Scarpe per persone grasse?

Pubblicato: maggio 28, 2010 in ricerche del menga

Alla categoria delle “ricerche del menga” si aggiungono:
– “frase x la gente cogliona” (basta dire sei un coglione, se sono tali è difficile che il loro cervello riesca ad elaborare frasi con più di un soggetto e di un predicato verbale)
– “ma io preferisco sfoggiare il mio cervello” (e fai bene!)
– “gente inutile” (ne è pieno il mondo, non cercarla anche su internet!)
– “scarpe estive per persone grasse” (ma perchè, le persone grasse non mettono delle scarpe normali? Cioè, io sono stata sovrappeso e le scarpe erano l’ultimo dei miei problemi di vestiario, poi non so…)
– “come far smettere di scolorire i capi di abbigliamento” (forse cercavi il sito della Dixan e sei arrivato qui per sbaglio…)

Forse l’estate è arrivata

Pubblicato: maggio 25, 2010 in cavolate sparse

Ci sono sempre delle cose, come il canto degli uccellini, i prati tutti fioriti, il caldo soffocante, che ti fanno capire che l’estate è alle porte. Anche qui da me è arrivata perchè, finalmente, dopo un’agonia di un mese intero, c’è stato il cambio delle scarpe. Ebbene sì, quando mia madre decide che è ora di portare in garage le scarpe invernali e di tirar su ciabattine e sandali, allora per me l’estate è arrivata. Ieri è stato il fatidico giorno. A dirla così sembrerebbe una figata immensa, il problema è che abitando al secondo piano ho dovuto fare quattro rampe di scale qualcosa come dieci volte. Perchè sì, l’adorabile mamma adduce la scusa dei problemi di schiena e la figlia (cioè io) deve portare alternativamente giù le scarpe invernali e su le scarpe estive, farsi venire un’ernia e spaccarsi almeno un menisco nell’impresa. Quando avevamo finito ero così insudacciata che mi sono spatasciata sulla sedia a farmi caldo con un foglio di carta. Ma in tutto questo c’è stato un che di positivo: ho minacciato mia madre. Sì, perchè dovete capire che nella famiglia la vera shopaholica non sono io, è mamma. Quando ho contato il numero di scarpe estive che aveva le ho detto: “Mamma, hai venticinque paia di sandali e ciabatte, guai se ne compri altre, hai già occupato metà del mio posto nell’armadio”. Per una volta ha abbassato la testa e ha acconsentito. Anche perchè metà di quelle scarpe non le butta adducendo la scusa del può sempre servire, e intanto ce ne sono alcune che hanno fatto il cambio di stagione cinque volte senza essere mai state messe. O smette di comprarle o mi fa un’assicurazione sulla schiena, dopotutto sono una persona ragionevole.

Dunque, una piccola review che ho deciso di fare a riguardo dei miei ultimissimi acquisti fatti online. Per la precisione mi sono comprata un set di penelli da 20 pezzi della Fraulein38 e una palette da 120 colori sempre della stessa marca.

Set 20 pennelli
Partiamo da questi che sono i primi che sono arrivati, all’incirca una settimana fa. Avevo deciso di comprarmi un set non eccessivamente caro per prendere un po’ confidenza con i pennelli da trucco, non mi sembrava il caso di spendere più di 15-20 euro, anche perchè non trucco per lavoro ma lo faccio solo per tornaconto personali. Li ho pagati una cifra ragionevolissima, circa 15€ con spese di spedizione e tutto dalla Germania. Non li ho presi sul sito ufficiale ma su ebay, anche perchè ho evitato iscrizioni inutili e una trafila immensa per gli acquisti. Ma passiamo alla review vera e propria, intanto ecco una foto

Tutti i pezzi, quando ho aperto la pochette, erano all’interno di involucri di plastica per evitare che si sporcassero e i pennelli più grandi (come quello da cipria, ad esempio) avevano anche una protezione in più per evitare che le setole perdessero i peli. Preciso una cosa, non sono fatti con setole naturali ma sono fatti di setole sintetiche, caratteristica che si può notare subito se si toccano. In ogni caso sono piuttosto morbidi lo stesso, anche quando li passate sugli occhi non danno fastidio nè fanno male. Secondo me il set è adattissimo a chi ha iniziato da poco a truccarsi, l’unica pecca è che non ci sono pennelli tondi (quelli per le sfumature) mentre ci sono tantissimi pennelli tutti squadrati e piatti. Il che lo rende un set piuttosto “ripetitivo”, io personalmente ho risolto usando un tot di pennelli per i colori scuri mentre altri li uso solo per i colori chiari. Ho sopperito alla mancanza del pennello tondo aggiungendo uno di quelli che mi è arrivato con il set da fumettista della Disney.
In definitiva: potrebbe essere un set più funzionale, ma il rapporto qualità/prezzo è più che ragionevole, specialmente per chi è alle prime armi. Quindi se non cercate set professionali o con prezzi troppo alti, potrebbe essere un buon investimento

Palette 120 colori Fraulein38
Questa non l’ho presa dallo stesso rivenditore dal quale ho acquistato i pennelli, ma da un negozio che vende solo online da vari paesi. Per la precisione mi sono arrivati dall’Inghilterra. Ecco la fotina


Sebbene il pacco fosse imballato benissimo (ci ho messo mezz’ora per svolgere tutta quella maledettissima carta con i buchetti), due ombretti mi sono arrivati rotti. Uno era solamente scheggiato e in fin dei conti è quasi integro, un rosa invece era completamente staccato, ma sono gli inconvenienti delle spedizioni, quindi non me la sono presa più di tanto. Partiamo dicendo che i vari colori della palette sono piuttosto piccoli, grandi all’incirca come una moneta da 50 centesimi. Ciò non toglie che fanno “il loro dovere” e colorano abbastanza bene l’occhio anche con poco prodotto. Avevo difatti letto alcune review che consigliavano di comprare le palette della Fraulein invece di quelle della Zoeva proprio perchè queste ultime avevano gli ombretti che colorano poco. Io non posso fare una comparazione, ma sono rimasta soddisfatta della comprenza di quelli della Fraulein. C’è anche una grande varietà di tonalità e soprattutto ci sono anche colori uguali ma satinati e opachi, adatti quindi a make up differenti. Apprezzo molto, inoltre, il fatto che di ogni colore c’è una scala cromatica completa. La scatola è piccolina e non è ingombrante, un punto a favore.
In definitiva: Se trovate questa palette allo stesso prezzo di quanto l’ho pagata io, ve la consiglio perchè il rapporto qualità/prezzo è ottimo. Ci sono dei rischi di rottura al momento della spedizione, ma raramente ho sentito di persone a cui si sono rotti più di due colori. Ovviamente non è un set professionalissimo, ma molto consigliato a chi è alle prime armi e vuole avere un’ampia gamma di colori da utilizzare.

Ho appena riscoperto gli emulatori per PlaystationOne e alcune rom rischiano di farmi diventare emulatore-dipendente. Basta, finisco il Director’s cut di RE1 e poi smetto!
E per aggiornare le ricerche del menga:

“leggings culo” (per la serie creiamo offese con la parola leggings in mezzo)
“dieta ghiacciolo” (amica, mi sembra una cazzata immensa. Le diete del ghiacciolo non esistono e se esistono non farle, tanto non servirebbero ad una sega)

Diete

Pubblicato: maggio 18, 2010 in cavolate sparse, consigli

Ho notato, guardando le chiavi di ricerca con cui gli utenti arrivano qui, che qualcuno viene qui cercando consigli e tips riguardo le diete. Più che altro cercate consigli su come seguirle con più attenzione. Beh, ho deciso di darvi qualche piccolo consiglio basato sulla mia esperienza personale, nella speranza che possa essere d’aiuto a qualcuna 🙂

Le diete che funzionano per gli altri con voi potrebbero non funzionare
Perchè sì, non tutte le diete che vedete sui giornali, ad esempio, sono adatte a voi. Sconsiglio soprattutto le diete “a tema”, tempo fa una mia amica aveva seguito una dieta assurda consigliata solo per diabetici, roba che doveva mangiare le carote a colazione. Oltre ad aver fatto due settimane di pasti un po’ alla cavolo, ha perso quattro chili di liquidi che ha riacquistato nel giro di una settimana. Non parliamo poi delle diete “della banana”, “delle fragole”, non servono a nulla e vi rompete di farle perchè sono monotone. Se non avete voglia di spendere un pacco di soldi dal dietologo, cercate su internet le diete basate sul numero di kilocalorie da assumere, io ne trovai una fatta molto bene, senza troppe restrizioni che ha funzionato.

Seguirete una dieta solo se siete VOI a volerla fare
Non iniziate MAI una dieta se non l’avete deciso voi stesse. La seguirete controvoglia, sgarrerete spesso e volentieri con dolci e patatine e vi stuferete subito.

Quando avete fame uscite, e senza portafoglio
Consiglio strano, ma con me funziona. Se a metà pomeriggio ho fame anche dopo il mio spuntino a base di frutta, esco e vado a farmi una passeggiata per un’oretta o più, tempo permettendo. Evitate di portare via il portafogli perchè potreste essere tentati di mangiare qualcosa per strada 😀

Non fatevi condizionare dalle restrizioni
In una normale dieta non c’è niente da evitare veramente, a parte forse la pancetta ripiena di burro. Se un giorno volete prendervi un ghiacciolo o un gelato, non c’è nulla di male, purchè non diventi un’abitudine.

Non pesatevi tutte le mattine, una volta a settimana basta
Il sogno di ogni donna a dieta è, diciamocelo, quello di dimagrire a vista d’occhio, vedendo sparire i chili mattina dopo mattina. Non c’è bisogno di dire che non è affatto così. Mia madre si pesa tutte le sante mattine, poi se è ingrassata di duecento grammi le prende lo sconforto e comincia a dare di matto. Ecco, evitate gli isterismi. Pesatevi una volta alla settimana, se riuscite a pesarvi una volta ogni DUE settimane ancora meglio. Tanto lo vedrete da sole se siete dimagrite, il mio metodo del buco della cintura è infallibile.

Ci risiamo

Pubblicato: maggio 17, 2010 in sfoghi

Mi sono sempre chiesta il perchè, sebbene tutte le persone che mi circondano sono adulte e io stessa lo sono, si litiga. La risposta, direte voi, è semplice: perchè a qualcuno non sta bene qualcosa. Eppure dovrebbe scattare in noi quel qualcosa che ci permette di misurarci da esseri intelligenti, come supponiamo di essere, nella nostra grande presunzione. Se c’è qualcosa che non mi va bene, te lo dico senza bisogno di urlare ed alzare la voce e se l’altro è una persona matura come me, mi risponde tranquillamente e allo stesso modo.
Forse ho questo odio atavico per i litigi perchè i miei litigavano e litigano continuamente. Si urlano contro, si offendono, l’uno minaccia l’altro di andarsene, per due o tre mesi non si parlano come se l’altro non esistesse, poi fanno pace e la tiritera inizia da capo un’altra volta. E io mi sarei anche rotta altamente i coglioni. Io che non alzo la voce nemmeno se mi pagano, io che per evitare grane mando giù e non dico niente. Mi chiedo, è normale che io e il mio ragazzo siamo le uniche persone veramente normali capaci di sostenere una discussione civile senza tramutarci in scimmie urlatrici? Sono quasi cinque anni che stiamo insieme e ci fosse stata una volta in cui abbiamo litigato (anzi, tocchiamoci, sia mai). Abbiamo avuto anche noi i nostri bassi, ma abbiamo sempre cercato di parlarne. Eppure i miei non ci riescono. Oggi mia madre se ne andata sbattendo la porta dopo l’ennesima litigata furiosa per destinazione…boh, non lo so e non me ne frega proprio niente. Mi sono rotta di essere sempre quella che cerca di parlare e di far parlare, perchè puntualmente mi viene intimato di starmi zitta che “non capisci niente”.
Poi mi vengono a dire che i ragazzi sono tutti bamboccioni e non se ne vogliono mai andare dalla loro casa natale. No, io non vedo l’ora di levare le tende, il tempo di trovare un lavoro che si chiama tale e mi tolgo dalle scatole, voglio andare quanto più lontana possibile da questo manicomio.

Ebbene sì, ultimamente ho fatto un bel po’ di acquisti, anche se non ho mai aggiornato il blog a riguardo perchè sono cose che ho comprato separatamente e in momenti diversi. Ovviamente io sono già proiettata troppo avanti con il tempo, quindi sono quasi tutte cose estive che vorrei mettermi, se non fosse che la nuvola di Fantozzi ha deciso di fermarsi sopra alla mia città (e a tante altre). Ecco qui le cosine nuove nuove nel mio armadio e, a fine articolo, un brevissimo consiglio 😉

Skinny marroni del Terranova, quelli di cui parlavo a proposito di miracoli nel post precedente. Sono molto stretti ma anche morbidi e non stringono eccessivamente in vita. Ne hanno fatti anche di altri colori, tra cui un bellissimo verde e un bel blu elettrico, non li ho comprati perchè sennò andavo in paranoia perchè non sapevo che magliette abbinarci :D. Tralaltro con i pantaloni mi hanno regalato anche una bellissima borsina (questa) che molto probabilmente sfrutterò come shoppers.

Questo non è un vero e proprio acquisto, visto che sono di mia madre. In realtà li comprò l’anno scorso ma poi non li ha mai messi perchè le erano rimasti piccoli. Sono comodissimi, in cotone elasticizzato e molto stretti alle caviglie. La loro particolarità è quella di avere una finta cintura che in realtà è dello stesso tessuto dei pantaloni (si intravede la fibbietta in foto)

Questi pantaloni di cotone invece li ho presi alla Coop, sono molto leggeri, vestono bene e arrivano fino al ginocchio. Presi essenzialmente per i viaggi in treno d’estate e per andare a lavorare alla tesi, mi sembra eccessivo andarci con gli shorts girochiappe 😀

Questa meraviglia mi si è parata davanti in un giorno in cui ero veramente incavolata nera, costava così poco che mi sembrava uno spreco lasciarla in negozio. E’ di cotone piuttosto trasparente ed è lunga fino a quasi metà coscia, forse un po’ meno. Nella foto il colore non rende, comunque c’è un elastico dietro ad altezza del seno per essere più aderente e ha un fiocchettino da legare davanti.

Era da così tanto che volevo leggerlo che l’ultima volta che sono stata alla Feltrinelli mi sono fermata, l’ho cercato e alla fine ho optato per la versione di Mondadori che ha in copertina un’incisione dei mitici funghi giganti 😀

I miei nuovi bimbi! Quelli della Debby li ho presi da Limoni, fino a qualche giorno fa avevano solo il giallo ma io cercavo anche il blu elettrico, quindi ho aspettato che lo riportassero poi li ho presi entrambi. Il primo invece l’ho preso dal cinese, ha un colore che ricorda vagamente lo chanel 527 anche se sulle unghie è un po’ più scuro, è della Yes Love ed è il numero 287  (eccolo sulle mie unghie). A questo proposito ho trovato delle valide alternative allo smalto di Chanel, che come sappiamo costa una cifra esorbitante (28€) e non ha una qualità eccelsa. Io vi consiglio caldamente questi altri colori (non so se ci sono in Italia, ma su ebay si trovano bene):

– Orly Gumdrop
– Essie Greenport
– Essie Turquoise & Caicos
– Quirius Jamaican Dream
– Essie Mint Candy Appl
– H&M Dollar Green (grazie a Serena per la segnalazione :))
– China Glaze “For Audrey”

Il più che si avvicina è sicuramente il Turquoise & Caicos della Essie. Questa marca si trova con molta facilità su ebay e non costa molto, io comprai il Mink Muffs e, con spese di spedizione e tutto, lo pagai 6.50€. Fateci un pensierino e se avete altre alternative di marche che non conosco lasciatemi un commento che aggiorno la lista 😉